Foligno

Cosa  fare in vacanza a Gubbio? Ti suggeriamo una piccola gita poco distante, a solo 45 minuti di distanza.

Foligno, Cosa visitare

Foligno, uno dei bellissimi borghi umbri edificata in pianura,
sorge sulle rive del fiume Topino.
Se si decide di far tappa a Foligno non possono non essere visitate Piazza Duomo e Piazza Della Repubblica.
Quest’ultima é un chiaro esempio di architettura umbra del periodo che va dal XII al XIII secolo.
A caratterizzarla in tal modo è infatti la sua forma allungata e le quattro strade agli angoli della piazza.
Su di essa si affacciano il Duomo, il Palazzo Pretorio, il Palazzo Comunale, il Palazzo Orfini e il Palazzo Trinci.
Palazzi meravigliosi che custodiscono al loro interno decorazioni ed affeschi prestigiosi.
Fra la manifestazioni più suggestive dell’Umbria non si può tralasciare la “Giostra della Quintana” di Foligno.
Una delle prime testimonianze documentate dello svolgimento della Quintana nel folignate risale al 1158 quando l’Imperatore Federico I scese a Foligno,
da Coccorone, per celebrarvi un congresso straordinario.
Nel 1613 i Priori cittadini inserirono la Quintana nell’ambito dei festeggiamenti carnevaleschi,
modificandone lo svolgimento e lo spirito con i criteri che sussistono quasi del tutto ancora oggi.
Le 2 giostre (sfida e rivincita) sono solo l’atto finale di una mobilitazione cittadina che ha il suo inizio circa 2 settimane prima con l’apertura delle taverne rionali, che,
fino al sabato precedente la giostra, servono menù basati sulla cucina umbra e folignate.
In queste 2 settimane si svolgono eventi che coinvolgono l’intera popolazione folignate, attraverso sfide goliardiche e rievocazioni storiche.

Una dama sfoggia i suoi abiti barocchi durante il corteo di settembre 2014
La sera che precede la giostra, le strade del centro della città vengono invase dal corteo storico: le rappresentanze rionali sfilano davanti alla popolazione sfoggiando gli abiti tipici del periodo barocco.
I costumi, confezionati nelle sartorie rionali, sono di proprietà del rione che li porta nel corteo e rispettano in ogni dettaglio le mode sfarzose tipiche del 1600 folignate.
Al termine del corteo, in Piazza della repubblica, viene letto il bando di gara,
i cavalieri vengono formalmente iscritti alla sfida e ricevono la benedizione del vescovo.
Infine viene sorteggiato l’ordine di partenza per la giostra del giorno successivo. La Giostra si tiene ogni anno il 16 giugno e termina il 16 settembre.

Condividi su: